Fabio Campo

fabio-campo-indiafabio-campoFabio Campo nasce nel ’57 in un quartiere popolare di Bari, ridente cittadina di mare sulla costa sud adriatica. Quasi sempre primo della classe si vede suo malgrado costretto nella difesa di questo titolo in una serie di risse scolastiche e di quartiere nelle quali ha sempre la peggio. Grazie ad un inconcludente spirito di impresa fonda all’ età di 11 anni la Fabio Campo Organization che si occupa di curare le piante di un’ aiuola nel cortile dell’ azienda di uno zio. Non ancora quindicenne scopre i piaceri dell’ amore e della vita (aiutato in particolare dall’ uso di pozioni magiche), naturalmente incompatibili con una corretta vita scolastica. Riesce comunque a diplomarsi casualmente in un istituto magistrale. Appassionato di tutto quello che fa avanguardia, nel ’76 si trasferisce a Bologna per frequentare la locale università, il Dams, concentrandosi sugli studi di comunicazione e sui conflitti con vicini e proprietari di case per studenti. Pur essendo uno studente brillante, anche se non sempre presente, non riesce a completare gli studi e si investe nella costruzione di una famiglia, compresa la nascita di due splendide bambine. Nel ’83 comincia, sempre casualmente, la carriera di insegnante elementare, scoprendo con sorpresa che non è niente male, anzi. Nella scuola si occupa volentieri di nuove tecnologie e ricreazioni. Nel ’92 emigra in Francia come insegnante e vi vivrà felicemente per 7 anni, trovando anche una nuova compagna. In questo periodo nascono dapprima la Whichsister Productions e poi la Fabionik Productions con campo d’azione negli ambiti video e webmaster: nessuna delle due contribuirà al bilancio familiare. Ritornato a Bologna nel 1999 continua nell’insegnamento e prosegue, con la NikNet Productions e ora con la Small Things Productions, una serie di attività alla ricerca della felicità.

firmaAggiornamento novembre 2009: Dopo 10 anni nella scuola primaria Longhena di Bologna, Fabio Campo si ritrova di nuovo in Francia, sempre nel sud e vive attualmente nel villaggio di Les Arcs. E’ un po’ perso a causa del nuovo impiego di insegnante di italiano come lingua straniera per il Ministero degli affari esteri. Ma ce la farà a sopravvivere.

Aggiornamento settembre 2014: E dopo 5 anni in Francia, Fabio Campo si ritrova di nuovo a Bologna. Insomma non se ne esce fuori.

Un curriculum (o quasi)